Banner
Attività di rimozione di rifiuti secchi stoccati in balle

Dal 2001 al 2009, in Regione Campania, sono stati accumulati quasi 5,5 milioni di tonnellate di rifiuti imballati, derivanti dalla tritovagliatura dei rifiuti solidi urbani, per effetto del mancato completamento del sistema di gestione integrato dei rifiuti urbani – ed in particolare per la mancanza di impianti destinati alla combustione dei rifiuti secchi provenienti dagli STIR (ex CDR), attualmente TMB. La Regione Campania, nel 2015 rispettivamente con DGR n.609 del 26/11/2015 e n.828 del 23/12/2015, ha adottato un piano stralcio operativo d’interventi di rimozione, trasporto e smaltimento in ambito comunitario e/o recupero in ambito nazionale o comunitario dei rifiuti stoccati in balle (RSB) presso diversi siti ricompresi nei territori delle cinque province della regione. In quest’ambito l’ARPAC, a supporto della UOD 70 05 03 della Regione Campania (Struttura di Missione Smaltimento RSB), assicura da maggio 2016 le attività di controllo previste, disciplinate da apposite convenzioni che sono state rinnovate con il passare degli anni.

Aggregatore Risorse è temporaneamente non disponibile.