Banner
Impianti autorizzati alla gestione dei rifiuti e controlli

Il censimento e l'organizzazione delle informazioni contenute nelle autorizzazioni vigenti alla gestione dei rifiuti, consentono di ricostruire il quadro degli impianti di gestione rifiuti in Campania. Per l'espletamento di tali funzioni l’ARPAC attraverso la Sezione Regionale del Catasto Rifiuti (SRCR), a partire dal 2008, utilizza un data-base centralizzato e informatizzato, all'interno del quale sono inserite le informazioni disponibili sulla base degli atti autorizzativi pubblicati sul BURC, degli elenchi degli impianti di gestione dei rifiuti autorizzati mediante procedura semplificata, desunti dai siti istituzionali delle Amministrazioni Provinciali territorialmente competenti, dei MUD (Modelli Unici di Dichiarazione ambientale) e dall'applicativo O.R.So. (Osservatorio Rifiuti SOvraregionale) introdotto in Campania dalla DGR n. 677/2017.

Proprio la consultazione dell’applicativo O.R.So. consente una eccellente tracciabilità impiantistica in quanto sia i Comuni sia i soggetti gestori degli impianti rifiuti urbani devono obbligatoriamente comunicare i dati relativi ai rifiuti ritirati e trattati.

Il database impiantistico, aggiornato e migliorato nel corso degli anni, rappresenta una fonte completa delle informazioni disponibili da considerarsi come uno strumento di monitoraggio in continua evoluzione ed aggiornamento per il settore rifiuti. Questo database, per le informazioni in esso contenute viene anche utilizzato come strumento di controllo impiantistico da parte dei Dipartimenti Provinciali ARPAC. In questa sezione del sito è possibile consultare il data base impiantistico, la distribuzione e ubicazione degli impianti in ambito regionale nonché i controlli effettuati da ARPAC, a partire dal 2014, sugli gli impianti di trattamento rifiuti.

Attività e Risultati

Il sistema di gestione dei rifiuti appare abbastanza complesso e difficile da interpretare e standardizzare, anche riguardo ai differenti sistemi autorizzativi adottati a livello locale, nonché a causa  della continua evoluzione normativa in materia. Di seguito l'elenco delle varie tipologie di autorizzazione alla gestione rifiuti distinte in base all'Ente competente al rilascio:

AUTORIZZAZIONI DI COMPETENZA DELLA REGIONE

Autorizzazioni in procedura ordinaria

La Regione, ai sensi dell'articolo 208 del D.Lgs. 152/2006, è competente al rilascio delle autorizzazioni in procedure ordinarie, che vengono rilasciate dagli ex  S.T.A.P. oggi Direzione Generale 5 - Direzione Generale per l'ambiente e l'ecosistema - U.O.D. Autorizzazioni ambientali e rifiuti. Tutti i decreti autorizzativi sono pubblicati sul BURC.

AIA (Autorizzazioni Integrate Ambientali)

Esistono inoltre gli impianti di gestione rifiuti autorizzati ai sensi del decreto legislativo 18 febbraio 2005 , n. 59, di recepimento della direttiva comunitaria 96/61/CE, relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento (IPPC). I Decreti autorizzativi che vengono rilasciati in genere dagli ex S.T.A.P. oggi Direzione Generale 5 - Direzione Generale per l'ambiente e l'ecosistema - U.O.D. Autorizzazioni ambientali e rifiuti. Anche in questo caso i Decreti autorizzativi sono pubblicati sul BURC. L'elenco dei decreti è in genere pubblicato anche sui siti degli ex STAP al seguente link.

AUTORIZZAZIONI DI COMPETENZA DELLE PROVINCE

Le Province ai sensi artt. 214 e 216 del D.Lgs 152/2006 (ex art. 31 e 33 del D.Lgs. n. 22/1997) iscrivono in appositi registri provinciali l'elenco delle ditte autorizzate alla gestione dei rifiuti in procedura semplificata. Dal 13 giugno 2013, con l'entrata in vigore del DPR n. 59 del 13 marzo 2013, il nuovo regolamento che disciplina i procedimenti di rilascio dell'autorizzazione unica ambientale (A.U.A.), la Provincia, in qualità di autorità competente, effettua le istruttorie per le autorizzazioni ambientali, acquisisce i provvedimenti in materia ambientale di competenza di altri Enti nonché predispone e adotta l'A.U.A. Il provvedimento A.U.A. può essere richiesto dai gestori degli impianti (P.M.I. e impianti non soggetti ad A.I.A.) nel caso in cui siano assoggettati al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all'aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi che sono indicati all'art. 3 del DPR 59/2013, tra cui la comunicazione in materia di rifiuti (artt. 215 e 216 del Dlgs. 152/2006).

Le Province in genere pubblicano il “registro delle imprese” sui propri siti istituzionali:

Registro imprese Avellino

Registro imprese Benevento

Registro imprese Caserta

Registro imprese Napoli

Registro imprese Salerno

Ai sensi degli artt. 208, 209, 211, 213 e 214 del d.lgs. n. 152/2006 e del D.M. n. 78 del 30 marzo 2016 l'amministrazione territoriale competente al rilascio delle autorizzazioni ordinarie ed in procedura semplificata trasmette le relative informazioni al Catasto dei rifiuti di cui all'articolo 189 del d.lgs. 152/2006. La trasmissione è effettuata attraverso il Catasto telematico secondo gli standard concordati con ISPRA che cura l'inserimento in un elenco nazionale, accessibile al pubblico. L'elenco può essere liberamente consultato sul sito ISPRA AMBIENTE. In particolare, le informazioni relative alle autorizzazioni in procedura ordinaria (artt. 208, 209, 211 e 213 del d.lgs. n. 152/2006) possono essere ricercate accedendo alla voce "Autorizzazioni" del menù di navigazione, mentre le informazioni sulle procedure semplificate (art. 214) utilizzando la voce "Comunicazioni" del medesimo menù. I criteri di ricerca utilizzabili sono i seguenti:

a) ragione sociale;

b) sede legale;

c) sede impianto;

d) attività di gestione (operazione di smaltimento da D1 a D15 o di recupero da R1 a R13) nel caso delle autorizzazioni ordinarie e attività di recupero (operazione di recupero da R1 a R13) nel caso delle procedure semplificate;

e) codice dell'elenco europeo dei rifiuti;

f) ricerca avanzata (ad esempio: per tipologia di impianto, per tipologia di atto, provvedimento o comunicazione, ecc.)

In base alla normativa vigente, pertanto, l'elenco degli impianti autorizzati alla gestione rifiuti disponibile nella sezione del Catasto Telematico dei Rifiuti rappresenta l'unico database alimentato da un flusso informativo disposto da una specifica normativa nazionale.

Altri database sono disponibili e consultabili online, in particolare dal 2008 la Sezione Regionale del Catasto Rifiuti, nell'ambito delle proprie competenze, assicura, attraverso il Catasto Georeferenziato impianti Rifiuti (CGR), la disponibilità delle informazioni riguardanti l'impiantistica per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti presenti sul territorio regionale. L'elenco degli impianti è aggiornato sulla base degli atti autorizzativi pubblicati sul BURC, degli elenchi degli impianti di gestione dei rifiuti autorizzati mediante procedura semplificata, desunti dai siti istituzionali delle Amministrazioni Provinciali territorialmente competenti e dall'applicativo O.R.So. introdotto dalla DGR n. 677/2017.

In questa sezione si presenta un estratto della banca dati degli impianti autorizzati alla gestione rifiuti in Campania aggiornata al 31/12/2021. Il database è stato realizzato utilizzando ed adeguando alla realtà campana il software C.G.R. (Catasto Georeferenziato Rifiuti) fornito dall'ARPA Lombardia. Tale database, rappresenta un censimento delle informazioni disponibili e uno strumento di monitoraggio in continua evoluzione e revisione grazie ad un database centralizzato ed informatizzato. Sulla base dei dati raccolti è stato elaborato un file che rappresenta (in maniera dinamica ed interattiva) la collocazione di detti impianti sul territorio regionale. E' possibile consultare tutti i dati aziendali in funzione delle diverse esigenze, come di seguito descritto. Se si vuole visualizzare l'elenco completo di tutti i dati (anagrafica, coordinate geografiche, autorizzazioni etc,) di tutte le aziende, che gestiscono rifiuti, operanti sul territorio regionale campano al 31/12/2021, è possibile scaricare il file in formato excel cliccando qui. Inoltre è possibile scaricare anche il file relativo alla situazione impiantistica dell’anno precedente aggiornata al 31/12/2020 cliccando qui.
Consultando la successiva carta tematica interattiva è possibile visualizzare gli impianti autorizzati al trattamento rifiuti presenti in regione Campania.  Cliccando su ogni segnaposto è possibile visualizzare a schermo una serie di informazioni sia anagrafiche sia tecniche dell'azienda.

 

 

Inoltre è possibile scaricare un file con estensione kmz visualizzabile dagli utenti interessati grazie al programma Google Earth, che viene periodicamente aggiornato sulla base delle modifiche del data base disponibile. Attraverso tale file   è possibile visualizzare  e  localizzare  sul  territorio  regionale  campano,  ogni  singola  azienda  (ovviamente georeferenziata) e altre informazioni relative ad atti autorizzativi  e gestionali; inoltre è possibile ricercare il singolo impianto attraverso la barra laterale nella quale detti impianti sono stati classificati per comune. In riferimento ai controlli di Agenzia, di seguito, cliccando sui rispettivi file è possibile verificare, per ogni provincia, quali siano stati gli impianti oggetto di ispezione da parte dei Dipartimenti Provinciali di ARPAC.

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Avellino_2014_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Avellino_2015_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Avellino_2016_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Avellino_2017_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Avellino_2019_rev_2020

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2014_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2015_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2016_rev_2018

Impianti_Rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2017_rev_2019

Impianti_Rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2018_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2019_rev_2020

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Benevento_2020_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2014_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2015_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2016_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2017_rev_2018

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2018_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2019_rev_2020

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Caserta_2020_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2014_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2015_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2016_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2017_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2018_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2019_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Napoli_2020_rev_2021

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Salerno_2016_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Salerno_2017_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Salerno_2018_rev_2019

Impianti_rifiuti_controlli_Dipartimento_ARPAC_Salerno_2020_rev_2021

Link utili

Riferimenti normativi

Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 - Norme in materia ambientale

Pubblicazioni e documenti Pubblicazioni e documenti