Salta al contenuto

Il progetto MIAPI si inquadra in un ambito di intervento coerente con  gli obiettivi del Programma nazionale PON SICUREZZA e vede coinvolte le ARPA, le Amministrazioni Locali ed i CCTA/NOE, ognuno con uno specifico ruolo ed a supporto dei processi finalizzati all'individuazione di siti potenzialmente inquinati.  
Nell'ambito delle attività del progetto MIAPI il territorio interessato alle attività di indagine è quello delle Regioni Convergenza ossia Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. 
L'obiettivo è pertanto il telerilevamento con sensori magnetometrici, radiometrici e termico su aree delle Regioni Obiettivo Convergenza e successiva attività di indagini in campo con rilevazione manuale di possibili anomalie magnetometriche e/o radiometriche. 
L'attuazione del progetto MIAPI è strutturato secondo un flusso di lavoro articolato nelle seguenti fasi:
 

- Attività di telerilevamento di parametri geofisici (magnetometrici, radiometrici e termico) al fine di individuare aree potenzialmente inquinate precedentemente non note, oppure di verificare lo stato di aree   già identificate come potenzialmente inquinate.  Il rilievo è effettuato su ampia scala al fine di avere una mappatura territoriale quanto più vasta possibile.

- Attività di indagini geofisiche a terra per una maggiore analisi delle anomalie rilevate in fase di telerilevamento

 

Con nota del MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE, Prot. 0001297/IGEI del 09/06/2014 - UFF. ISP. Gen., sono stati consegnati all'Agenzia i dati Magnetometrici, Radiometrici e Termici della regione Campania che sono tuttora in caricamento.

Le situazioni dubbie evidenziate nelle mappe di cui al progetto MIAPI sono comunque oggetto di accertamenti da parte del NOE.
Le attività della Terra dei Fuochi non sono condizionate, ma completate dal progetto MIAPI che rappresenta, comunque, un suggello e una più completa risposta, come originariamente proposto dal competente Ministero dell'Ambiente, alle attuali attività poste in essere nell'ambito della L.6/14 di conversione con modifiche del DL 136/13.