Attività dell'Agenzia

La prima fase di questo progetto, commissionato dalla Regione Campania – UOD "Tutela della qualità, tracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici, servizi di sviluppo agricolo,già Settore SIRCA, nel 2010 è stata portata a termine a fine 2012 mentre la seconda ed ultima fase è stata terminata nel 2016. Il lungo, articolato e a volte difficile lavoro svolto nella prima fase, oltre ad un'approfondita esamina della normativa ambientale di settore, ha portato all'individuazione "d'indicatori di performance ambientale" dei caseifici regionali, in altre parole, all'individuazione d'indicatori di processo, utilizzabili per stimare la quantità delle diverse tipologie di reflui prodotti in regione Campania. Il lavoro si è basato esclusivamente sui caseifici che trasformano latte bufalino (principalmente) e vaccino (in misura minore) in prodotti a pasta filata, in virtù del fatto che in Campania, questo tipo di azienda, rappresenta la maggioranza dei caseifici (oltre il 90%). Sicuramente innovative sono state le modalità operative poste in essere ("from opening to closing") per l'individuazione di tali indicatori, infatti, questi sono stati ottenuti grazie ad osservazioni dirette sul campo studiando, presso un numero selezionato di stabilimenti caseari, i cicli produttivi, valutando gli aspetti ambientali più significativi, connessi con la produzione dei reflui caseari, dall'ingresso delle materie prime all'uscita dei prodotti e dei residui della produzione.

Con la seconda fase del progetto, si è voluto dare seguito al lavoro svolto nella prima fase, portando a compimento le seguenti attività:

1. Verifica e/o ricalibrazione degli indicatori ambientali ricavati nel corso della prima fase progettuale.

2. Stima del fabbisogno impiantistico regionale per il trattamento del siero ai fini del recupero di materia.

3. Aggiornamento della normativa ambientale di settore.