Campi Elettromagnetici

Immagine tralicci

La crescente richiesta di energia elettrica e di comunicazioni personali ha comportato un notevole aumento delle sorgenti di campi elettromagnetici, determinando la sensibilità della popolazione per i possibili effetti sulla salute dovuti all'esposizione del cosiddetto "elettrosmog" e conseguentemente un considerevole aumento delle richieste di controlli sulle infrastrutture sorgenti di campi elettromagnetici. In conformità con la normativa vigente, l'Agenzia esprime parere di compatibilità elettromagnetica per i suddetti impianti e svolge controlli alle sorgenti a bassa frequenza (elettrodotti, tralicci, cabine di trasformazione, centrali elettriche) e alle sorgenti a radiofrequenza (tra cui stazioni radio base per telefonia mobile, impianti radiotelevisivi, radioamatoriali, ponti radio). Per le "misure puntuali", richieste in genere dagli enti locali o dall'autorità giudiziaria, le misure vengono eseguite  nelle immediate vicinanze delle sorgenti, nei punti significativi dove la popolazione è maggiormente esposta. Sono stati anche effettuati monitoraggi in continuo, per  mezzo di centraline collocate in vari siti del territorio regionale. Alcuni dei risultati di queste campagne di monitoraggio sono illustrati nel volume "Agenti fisici", consultabile in versione elettronica nella sezione "Pubblicazioni" del sito www.arpacampania.it.