A seguito dell'adeguamento normativo della Rete Regionale di Monitoraggio della Qualità dell'Aria al D.L.gs. 155/2010 e s.m.i. le stazioni di monitoraggio rientranti nel territorio acerrano limitrofo all'impianto sono state incluse nella nuova configurazione di rete approvata dalla Regione Campania e vigente dal 1° gennaio 2015.

Pertanto, i dati rilevati dalle suddette stazioni a far data dal 01/01/2015 saranno consultabili attraverso i seguenti report giornalieri:
 
Acerra Zona Industriale, Acerra Scuola Caporale: ZONA IT1507: Agglomerato Napoli – Caserta
 
Acerra Scuola Capasso: Aree limitrofe impianti di trattamento rifiuti
 
San Felice a Cancello: ZONA IT1508: Zona Costiero – Collinare

Monitoraggio ambientale dell'inceneritore di Acerra (Na)

Monitoraggio ambientale dell'inceneritore di rifiuti con recupero di energia

In questa sezione del sito sono riportati gli esiti dei controlli effettuati da ARPAC, a partire dal 2009, sia sull'inceneritore di rifiuti che su quelle matrici direttamente esposte all'attività dello stesso impianto.

Si riportano in particolare gli esiti dei controlli previsti dall'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), rilasciata ai fini dell'esercizio dell'impianto, che stabilisce quali matrici  controllare, la frequenza e le modalità dei controlli, sia a carico del gestore dell'impianto che di ARPAC.

Monitoraggio ambientale del territorio acerrano limitrofo all' impianto

ARPAC ha condotto, e conduce attualmente, diverse attività di monitoraggio nel territorio acerrano su varie matrici ambientali. In questa sezione del sito sono consultabili i risultati del monitoraggio della qualità dell'aria effettuata con tre centraline fisse, collocate nel centro urbano e nella zona industriale di Acerra e nel centro urbano di San Felice a Cancello. Particolare cura è stata riservata al monitoraggio delle deposizioni atmosferiche relative alle diossine e ai furani, PCB, IPA e metalli pesanti. Sono illustrati inoltre, i risultati delle campagne di monitoraggio relativi all'inquinamento acustico, elettromagnetico (elettrosmog) e PM10. Infine sono presenti campagne di caratterizzazione dei suoli e delle acque sotterranee condotte dall'ARPAC nel comune di Acerra nel 2009 ovvero prima della messa in esercizio dell'inceneritore di rifiuti.