Report

Nel Programma Operativo delle Attività (POA 2015-2016 e POA 2017) sono definite le specifiche atttività relative a tutte le indagini che Arpa Campania deve svolgere per ciascun Modulo.

Nelle acque marine territoriali della Campania Arpa Campania con i suoi mezzi nautici gestiti in conto proprio, effettua, misure e prelievi in diverse aree relative ai diversi Moduli.

Di seguito sono elencati i moduli delle attività di monitoraggio.

 

Modulo Descrizione attività n. Aree Zone n. Stazioni link
1 - Colonna d'acqua Misure in mare, prelievo campioni, analisi di laboratorio nutrienti, contaminanti, lista specie fitoplancton e zooplancton 4 1. il litorale domizio, nell'area compresa tra il Fiume Volturno e i Regi Lagni;
2.il Golfo di Napoli, area fortemente antropizzata e densamente popolata;
3. il Golfo di Salerno, area compresa tra i fiumi Sele e Tusciano;
4. le coste del Cilento, area scarsamente interessate da antropizzazione costiera e corsi d'acqua, quest'ultima individuata come area di riferimento non impattata.
12 1 –Litorale domizio

2 - Golfo di Napoli

3 - Golfo di Salerno

4 - Coste del Cilento
2 - Analisi microplastiche Misure in mare e campionamenti con retino a manta, identificazione e conteggio frammenti. 4 1. il litorale domizio, nell'area compresa tra il Fiume Volturno e i Regi Lagni;
2. il Golfo di Napoli, area fortemente antropizzata e densamente popolata;
3. il Golfo di Salerno, area compresa tra i fiumi Sele e Tusciano;
4. le coste del Cilento, area scarsamente interessate da antropizzazione costiera e corsi d'acqua, quest'ultima individuata come area di riferimento non impattata.
12 1 –Litorale domizio

2 - Golfo di Napoli

3 - Golfo di Salerno


4 - Coste del Cilento
3 - Specie non indigene Misure in mare, campionamenti in mare, determinazione lista specie in laboratorio 2 In particolare, per i due porti, una stazione è stata posta all'interno del porto e una sulle zone di rada all'esterno del porto 4 1 – Porto di Napoli

2 – Porto di Salerno
4 - Rifiuti spiaggiati Rilevazioni rifiuti su spiaggia secondo protocolli definiti 4 1. il litorale domizio, nell'area compresa tra il Fiume Volturno e i Regi Lagni;
2. il Golfo di Napoli, area fortemente antropizzata e densamente popolata;
3. il Golfo di Salerno, area compresa tra i fiumi Sele e Tusciano;
4. le coste del Cilento, area scarsamente interessate da antropizzazione costiera e corsi d'acqua, quest'ultima individuata come area di riferimento non impattata.
4 1 –Litorale domizio

2 - Golfo di Napoli


3 - Golfo di Salerno


4 - Coste del Cilento
5t – Contaminazione (trasporto marittimo) Prelievo ed analisi di sedimenti 2 In particolare, per i due porti, una stazione è stata posta all'interno del porto e una sulle zone di rada all'esterno del porto 4 1 – Porto di Napoli

2 – Porto di Salerno
6F – Input di nutrienti (fonti fluviali) Sonda multiparametrica e prelievo e analisi di acqua superficiale 1 In particolare sono state individuate 3 stazioni poste ad una distanza dalla costa rispettivamente a 1,5 a 2 e a 3 miglia nautiche. 3 Foce Sele
6U – Input di nutrienti (fonti urbane) Sonda multiparametrica e prelievo e analisi di acqua superficiale e profonde 1 La stazione di campionamento è stata posta in prossimità di aree marine interessate da impianti di depurazione urbana. In particolare è stata individuata 1 stazione posta sul diffusore dell'impianto di depurazione di Napoli Est ad una distanza dalla costa di circa 1 miglio nautico. 1 Depuratore Napoli Est
7 – Habitat coralligeno Rilievi morfobatimetrici effettuate sia mediante l'ausilio di ecoscandaglio multifascio (multibeam), sia mediante sonar a scansione laterale (side scan sonar - SSS), indagini R.O.V. sulle biocenosi a coralligeno. 6     Capri

Punta Campanella – Serchietello


Pozzuoli – Nisida


Ischia


La Punta


Licosa
8 – Habitat fondi a Maerl Rilievi morfobatimetrici effettuate sia mediante l'ausilio di ecoscandaglio multifascio (multibeam), sia mediante sonar a scansione laterale (side scan sonar - SSS), indagini R.O.V. 3     Ischia

La Punta


Bocca piccola