PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI

-       D.lgs.  26 giugno 2015 n. 105: "Attuazione della Direttiva 2012/18/CE relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose" (Direttiva c.d. SEVESO III);

-       D.lgs. 14 marzo 2014 n. 48: "Modifica al decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334 e successive modificazioni, in attuazione dell'art. 30 della direttiva 2012/18/UE sul controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose".

-       D.lgs. 21 settembre 2005 n. 238: "Attuazione della Direttiva 2013/105/CE, che modifica la Direttiva 96/82/CE relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose" (Direttiva c.d. SEVESO II bis);

-       D.lgs. 17 agosto 1999, n. 334: "Attuazione della Direttiva 96/82/CE relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose" (Direttiva c.d. SEVESO II);

-       D.lgs. 31 marzo 1998 n. 112: "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59" - art. 72: "Attività a rischio di incidente rilevante";

-       D.P.R. 17 maggio 1988 n. 175: "Attuazione della Direttiva 82/501/CEE, relativa ai rischi di incidenti rilevanti connessi con determinate attività industriali, ai sensi della legge 16 aprile 1987 n. 183" (Direttiva c.d. SEVESO I). Il Decreto, ad eccezione dell'art. 20, è stato abrogato dall'art. 30 del D.lgs. 334/99;

 

ELENCO DECRETI ATTUATIVI DEL D.lgs. 334/99

-       D.M. 9 agosto 2000: "Linee guida per l'attuazione del sistema di gestione della sicurezza" (G.U.  n. 195 del 22 agosto 2000);

-       D.M. 9 agosto 2000: "Individuazione delle modificazioni di impianti e di depositi, di processi industriali, della natura o dei quantitativi di sostanze pericolose che potrebbero costituire aggravio del preesistente livello di rischio" (G.U.  n. 196 del 23 agosto 2000);

-       D.M. 19 marzo 2001: "Procedure di prevenzione incendi relative ad attività a rischio di incidenti rilevanti" (G.U.  n. 80 del 5 aprile 2001);

-       D.M. 9 maggio 2001: "Requisiti minimi di sicurezza in materia di pianificazione urbanistica e territoriale per le zone interessate da stabilimenti a rischio di incidente rilevante (G.U. n. 138 del 16 giugno 2001 - Supplemento Ordinario n. 151)";

-       D.M. 16 maggio 2001, n. 293: "Regolamento di attuazione della direttiva 96/82/CE, relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose" (G.U. n. 165 del 18 luglio 2001);

-      D.P.C.M. 25 febbraio 2005: "Linee Guida per la predisposizione del piano d'emergenza esterna di cui all'articolo 20, comma 4, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334" (G.U.  n. 62 del 16/3/2002 - Suppl. Ordinario n. 40);

-     D.P.C.M. 16 febbraio 2007: "Linee guida per l'informazione alla popolazione sul rischio industriale" (GU n. 53 del 5-3-2007 - Suppl. Ordinario n.58);

-     D.M. 26 maggio 2009, n. 138: "Regolamento recante la disciplina delle forme di consultazione del personale che lavora nello stabilimento sui piani di emergenza interni, ai sensi dell'articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334" (GU n. 226 del 29-9-2009);

D.M. 26 maggio 2009, n. 138: "Regolamento recante la disciplina delle forme di consultazione della popolazione sui piani di emergenza esterni, ai sensi dell'articolo 20, comma 6, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334" (GU n. 226 del 29-9-2009).