L'ARPAC e i controlli in caso di incendi

Come è ben noto, nel biennio 2017/2018, in regione Campania e in tutto il territorio nazionale, si è avuta una preoccupante impennata di incendi che hanno riguardato, in particolare, gli impianti autorizzati alla gestione dei rifiuti.

Per far fronte a tale emergenza, che desta forti preoccupazioni nella popolazione, atteso il potenziale rilascio nell'ambiente di inquinanti, anche tossici, il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco e le amministrazioni regionali ed agenzie ambientali maggiormente interessate hanno adottato iniziative finalizzate a prevenire o ridurre i rischi di sviluppo degli incendi.

Uno dei primi risultati è stata l'emanazione di una Circolare Ministeriale, la n. 4064 del 15 marzo 2018, successivamente revisionata ed integrata con una nuova  Circolare Ministeriale, la n. 1121 del 21 gennaio 2019, recante "Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi" che annulla e sostituisce la circolare 4064/2018. Quest'ultimo documento del MATTM, rappresenta un utile riferimento per uniformare le ispezioni sia negli impianti autorizzati alla gestione dei rifiuti che in quelli non autorizzati o nei siti oggetto di abbandoni incontrollati di rifiuti. Il documento, nel confermare le competenze delle Province in materia di "controlli periodici su tutte le attività di gestione, di intermediazione e di commercio dei rifiuti, ivi compreso l'accertamento delle violazioni delle disposizioni di cui alla parte quarta del Testo unico Ambientale" (d.lgs. n. 152 del 2006) riconoscono un ruolo centrale per l'intero Sistema Nazionale di Protezione Ambientale (SNPA), costituito da ISPRA e dalle ARPA, deputato ai controlli ed ai monitoraggi ambientali degli impianti dotati di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) nazionale e regionale. Infine nel maggio 2019, la Regione Campania con Delibera di Giunta Regionale n.223 del 20/05/19 ha emanato le linee guida contenenti le prescrizioni di prevenzione antincendio da inserire obbligatoriamente negli atti autorizzativi riguardanti la messa in esercizio degli impianti di trattamento rifiuti.

Un ulteriore ed interessante riferimento in materia è costituito anche dalle Linea Guida Europee "Trattamento e stoccaggio di rifiuti e materie prime secondarie Linea Guida CFPA-E numero 32:2014 F" (CFPA-E Guideline 32:2014-F "Treatment and storage of waste and combustible secondary raw materials", prodotte nel 2014 dalla Confederazione di Associazioni di Prevenzione Incendi in Europa (CFPA-E), con lo scopo di facilitare e supportare il lavoro di prevenzione degli incendi negli impianti di trattamento rifiuti, in tutti i Paesi della Unione.